Commenta per primo

 Per il Zlatan Ibrahimovic il pre-campionato è finito. L'infortunio alla caviglia rimediato nella sfida amichevole contro il Malmoe è andato a riacutizzare un vecchio problema del poderoso attaccante ex Juve, Inter e Barcellona: quell'articolazione che già si era bloccata nella sfida scudetto contro la Roma allo Stadio Olimpico la scorsa primavera. Un problema che aveva impedito al giocatore classe '81 di disputare le successive partite contro Cagliari ed Udinese e che di fatto aveva messo fine alla sua stagione. Ora quando tutto stava procedendo per il meglio è arrivato un altro problema, sempre nello stesso punto che ha fatto un po' preoccupare Allegri. La cosa certa è che Ibrahimovic non ci sarà per il Trofeo Tim e "il Berlusconi" che chiudono le amichevoli pre-stagione dei rossoneri. Il tecnico ex Cagliari lo vuole pronto per l'esordio in campionato il prossimo 27 agosto proprio al Sant'Elia soprattutto considerando che non saranno a disposizione i giocatori brasiliani. I medici hanno tranquillizzato lo svedese ma di certo l'ecografia alla quale il calciatore si sottoporrà domani pomeriggio a Milanello potrà fare ulteriore chiarezza sulle sue condizioni.

CAPITOLO MERCATO - Nel frattempo la squadra, proprio domani alle 18, tornerà ad allenarsi in vista dei successivi impegni che vedranno la squadra di Allegri in campo contro l'Inter (prima rivincita dopo la vittoria in Supercoppa Italiana a Pechino) e la Juventus (prima nel trofeo Tim e poi nel classico appuntamento di fine estate a San Siro). Per quanto riguarda il mercato oggi in Versilia ci sarà un incontro tra Galliani ed Allegri per fare il punto della situazione sul mercato. Al tecnico toscano piacerebbe irrobustire il centrocampo con giocatori in grado di fornire nuove geometrie ma anche di garantire quell'apporto quantitativo fatto di corsa e agonismo, tanto utili in Europa. Montolivo e Aquilani sono i due profili che farebbero al caso di Allegri e l'ad rossonero farà di tutto per accontentare il suo allenatore. Si parlerà certamente anche di Kakà che resta il "mister X" in grado di far sognare i tifosi in chiusura di calciomercato, così come accadde l'anno scorso con gli acquisti in extremis di Boateng, Robinho e proprio Ibrahimovic.