Le lacrime, gli approcci, gli amori sempre sottobanco e mai sbocciati davvero. Mauro Icardi e la Juve hanno una storia, fatta di promesse mancate e di occhiolini reciproci. Ma allo stesso tempo anche di fedeltà, enorme e mai venuta meno ai bagordi del mercato. Sette mesi fa, il nove nerazzurro piangeva in panchina dopo il gol-scudetto di Higuain, sette mesi dopo si ritrova a sfidare la Signora con una briciola di speranza verso la lotta scudetto. Ancora una volta le strade s'incrociano. Come l'hanno fatto a lungo pure sul mercato.

IL RETROSCENA ICARDI-JUVE - CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM