Commenta per primo

Il caso della settimana riguarda le polemiche che hanno condito il post partita di Juventus-Inter. Sia i bianconeri che i nerazzurri non se le sono mandate di certo a dire, da Marotta a Stramaccioni fino ad arrivare ad Alessio, Bonucci e il Presidente dell'Inter Massimo Moratti. Eppure l'avvicinamento al match era stato molto soft da entrambe le parti ma dopo gli errori di Tagliavento e i suoi assistenti il dopo partita, ma soprattutto i giorni a seguire, sono diventati arroventati. Continuano le tensioni sull'asse Milano-Torino e pare che Calciopoli non venga mai dimenticata.

Per il bene del calcio italiano entrambe le società si facciano un'esame di coscienza: gli errori arbitrali ci saranno sempre, dimenticare Calciopoli è un obbligo anche per dare il buon esempio ai tifosi e non fomentare ulteriormente gli animi.

SULL'ARGOMENTO LEGGI ANCHE:

Alessio e Bonucci velenosi contro l'Inter: "Non sa vincere, altro che stile Juve"

SOS Arbitri. Chiesa a CM: "Moratti sbaglia, Inter fra le più avvantaggiate"

Bocca, Alessio parla bene e razzola male

Milano all'attacco: tutti contro la Juve

Moratti: "Mancata espulsione? Errore voluto"

Strama: "Mi ha dato fastidio l'ironia di Marotta. Inter, che personalità"

Furia Cassano nel tunnel: "Tagliavento ma dove vai, fai il fenomeno e te ne vai?"

Immensa Inter, più forte di una grande Juve e di arbitri e assistenti da cacciare