20
Il derby della Madonnina è sempre stato e sempre sarà una partita a se stante, che dà vita alla stracittadina calcistica più famosa d'Italia. A Milano si fronteggiano: il Milan, i "casciavit" e l'Inter, i "bauscia". San Siro in questa occasione si trasforma in una vera e propria bolgia diventando palcoscenico di campioni (fino a pochi anni fa almeno) in grado di regalare giocate stellari.

​NUMERO 10 - La maglia numero 10, che è storicamente quella con più fascino, è stata indossata dai giocatori con maggiore qualità, soprattutto in squadre dal DNA europeo e internazionale come Milan e Inter. Nei rossoneri  la storia parla chiaro: da Nils Liedholm e Juan Alberto Schiaffino fino a Gianni Rivera, da Ruud Gullit e Dejan Savicevic fino a Clarence Seedorf, passando da Zvonimir Boban e Manuel Rui Costa. Anche dalla sponda interista, sono tanti i campioni che hanno vestito la prestigiosa casacca: Suarez, Mazzola, Beccalossi, Matthaeus, Bergkamp, Ronaldo, Baggio, Seedorf, Adriano, Sneijder, Kovacic. Sebbene la divisa numero 10 sia ricca di genio e significato raramente, negli ultimi anni, i giocatori che l'hanno indossata durante il derby di Milano sono stati in grado di incidere con efficacia sulla partita.

4 IN 17 - Infatti, sono stati solo quattro i giocatori ad avere segnato in campionato con la maglia che è solitamente del fantasista;  Zvonimir Boban nel derby pareggiato 2-2 (2000-2001), Clarence Seedorf nel derby perso dai rossoneri 3-4 (2006-2007), Adriano nel derby vinto dai nerazzuri 2-1 (2008-2009) e Wesley Sneijder nel derby perso dalla Milano nerazzurra 2-1 (2010-2011)

15 OTTOBRE 2017 - Ora che la maglia numero 10 è sulle spalle del rossonero Chalanoglu e del neroazzurro Joao Mario dovremo aspettare il derby di domenica (il numero 306) per vedere se le statistiche verranno rispettate o meno. L'Inter parte favorita, perché il turco è squalificato e non sarà della partita.