278
In palio non c'è solo il primato cittadino, ma anche quello della classifica. Quello di domenica alle 15 sarà un derby carico di tensioni e aspettative. Da una parte il Milan, che non vince in casa contro i nerazzurri da 5 anni e vuole riscattare il brutto passo falso contro lo Spezia; dall'altra un'Inter galvanizzata dal sorpasso, che cercherà di innescare una prima mini-fuga. Sarà una lunghissima viglia che le due squadre vivranno in modi opposto, nel vero senso della parola.

TRA BELGRADO E GESTIONE DELLA ROSA - Sarà una settimana chiave per le ambizioni del Milan, il primo vero snodo stagionale. Giovedì sera alle ore 18:55, Romagnoli e compagni saranno di scena al Rajko Mitić, meglio noto come Marakàna di Belgrado. Ad attenderli ci sarà la Stella Rossa per l' andata dei sedicesimi di Europa League. Scherzi del destino: l'allenatore dei serbi è quel Dejan Stankovic per tanti anni protagonista dei derby con la maglia dell'Inter. Stefano Pioli non può permettersi passi falsi in una manifestazione al quale tiene particolarmente. L'obiettivo sarà quello di preparare la partita al meglio senza farsi distrarre troppo dall'appuntamento fondamentale di domenica prossima. Inevitabilmente il tecnico rossonero farà ricorso a un ampio turnover: Diogo Dalot a destra, Fikayo Tomori al centro della difesa, Sandro Tonali e Rade Krunic a centrocampo con il sempre più probabile esordio dal 1' di Mario Mandzukic in attacco. 
ORARIO CHE PENALIZZA IL MILAN - Antonio Conte gongola, e non solo per il morale alto della sua truppa. Il tecnico nerazzurro, a differenza di quello rossonero, avrà una settimana piena per prepara al meglio il derby sia dal punto di vista tattico che da quello atletico. Una manna dal cielo per l'Inter, che cercherà di sfruttare al meglio il programma di lavoro studiato ad hoc per sorprendere il Milan. Che potrebbe anche storcere il naso di fronte all'orario scelto dalla Lega: domenica alle ore 15. Stefano Pioli potrà provare le contromisure alla stracittadina nei soli due giorni a disposizione. Senza dimenticare che sarà impresa piuttosto ardua recuperare le energie dopo una trasferta dura come quella che attende il Diavolo giovedì sera. Il gelo di Belgrado e il ritorno a Milano dopo la mezzanotte non sono di certo le condizioni che il Milan auspicava perché potrebbero favorire i cugini nerazzurri. Domenica le strade delle milanesi si incontreranno con i ruoli ribaltati, ogni dettaglio può fare la differenza in questa gara a tappe.