105
Lo vogliono alcune delle principali formazioni europee, tra cui club notoriamente specializzate nell'individuare talenti prima delle altre. Arsenal, Newcastle, Lione, Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Lipsia hanno messo da tempo gli occhi su Georginio Rutter, attaccante centrale classe 2002 di proprietà del Rennes e presenza fissa da anni delle selezioni giovanili francesi. Già questo nutrito elenco di squadre dovrebbe valere come certificato di garanzia sulle qualità del ragazzo, sul quale negli ultimi tempi è piombato pure il Milan, secondo L'Equipe.

VIVE LA FRANCE - Con l'avvento del fondo Elliott come proprietario e l'ingresso in società di due figure come Ivan Moncada e Frederic Massara, il mercato francese è tornato ad essere preso in seria considerazione dal club rossonero. L'arrivo di Rafael Leao nell'estate 2019, i rumors più recenti su Soumaré sempre del Lille o sul centrale del Saint-Etienne Fofana, uniti agli ingaggi di Abanda dal Monaco o Kalulu dal Lione, vanno esattamente in questa direzione. Investimenti questi ultimi in prospettiva e soprattutto a basso impatto economico, come sarebbe anche un eventuale arrivo di Rutter, il cui contratto scade nel 2021. Un vero peccato per la formazione bretone, che a poco più di 16 anni lo aveva reso il professionista più giovane di sempre nella propria storia, a un solo anno dal suo arrivo dal Vannes.
CENTRAVANTI MODERNO - Attaccante centrale dotato di un buon fisico, ma soprattutto in possesso di un'eccellente tecnica di base. Mancino naturale, un esempio di centravanti moderno, che sa difendere palla spalle alla porta, ma ama anche svariare su tutto il fronte e cercare costantemente l'uno contro uno, al quale manca ancora un po' di cattiveria per essere pronto da subito per la prima squadra. Le potenzialità ci sono tutte, insomma, ma Rutter è alla ricerca di chi voglia concedergli davvero l'occasione di metterle in mostra in un contesto più competitivo (come Kalulu). Un aspetto questo che potrebbe giocare un ruolo decisivo nella sfida lanciata dal Milan alle sue concorrenti in giro per l'Europa.