13
Dopo Juventus, Roma e Parma ora anche il Milan si sta muovendo concretamente per organizzare il tagli degli stipendi dei giocatori per il mese di maggio. L'azione è portata avanti da Paolo Maldini e Frederic Massara che hanno iniziato a muoversi per trovare il prima possibile una soluzione interna condivisa da tutte le parti. 

SUMMIT - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com sono già stati contattati i senatori dello spogliatoio per avere un confronto diretto già nella giornata di lunedì. L'obiettivo è quello di trovare insieme a loro un'accordo sulla percentuale che sarà risparmiata dalla società rossonera da qui a fine stagione. In seguito alla pausa del campionato e degli allenamenti, infatti, le mensilità di marzo e aprile sono stati infatti regolarmente liquidate.

ANCHE I DIRIGENTI - Una decisione sarà presa in tempi brevi e se ci sarà accordo non riguarderà soltanto i giocatori. Secondo quanto risulta anche l'amministratore delegato Ivan Gazidis e i membri del consiglio di amministrazione, oltre (probabilmente) ai dirigenti della parte sportiva, hanno dato la disponibilità ad adeguasi alla scelta che faranno i calciatori e tagliare la stessa percentuale anche dai loro ingaggi. L'accordo sarà trovato in tempi brevi, con l'obiettivo di aiutare soprattutto tutti gli altri dipendenti della società rossonera, più colpiti dalla crisi.