8
Appassionati del campionato di Serie B, buon anno e benritrovati con l'appuntamento col Pagellone. Dopo i rinvii forzati degli ultimi due turni del 2021 a causa del Covid - che ha fortemente condizionato anche la ripresa dell'attività con altre cancellazioni nell'ultimo week-end - la gran parte delle squadre è tornata in campo: si infiamma da subito la corsa verso la promozione diretta in Serie A dopo il crollo casalingo della capolista Pisa contro il Frosinone. Questi i nostri primi voti del 2022:


TOP

10 a MAISTRO (Ascoli): i primi due, bellissimi, gol della stagione consentono alla squadra di Sottil di fare il colpo sul campo della Ternana e conquistare un successo che riporta i marchigiani a contatto con la zona playoff. Propizia pure la terza rete di Baschirotto con un'altra punizione gioiello.

9 a TELLO (Benevento): due gol consecutivi - e sono 5 in stagione - contro Monza e Spal, che valgono la bellezza di 4 punti in classifica e allungano la striscia positiva della formazione di Caserta, ora solo a tre lunghezze dalla vetta.

8 a MATOS (Perugia): che impatto del brasiliano, subentrato in corsa nella partita pareggiata col Monza. Mister Alvini (anche lui da voti altissimi) inizialmente gli preferisce Koaun - poi in gol - ma è lui a rompere letteralmente in due il match, col rigore conquistato per il momentaneo 1-1 e l'assist per il vantaggio.

7 a AKE' (Brescia): doppietta d'autore contro la Reggina per restituire il secondo posto ad un Brescia che in trasferta continua a volare: sesta vittoria consecutiva, ottava in assoluta, nessuno come i ragazzi di Inzaghi. Tormentato dagli infortuni nella prima parte di stagione, il francese si è sbloccato e sarà una risorsa in più nella corsa verso la Serie A.

6 a DA RIVA (Spal): è lui l'uomo del primo punto della gestione Venturato. Il centrocampista di scuola Atalanta firma nel finale il preziosissimo pareggio contro il Benevento che fa partire con un risultato positivo l'avventura dell'allenatore bresciano. 
Fuori classifica: l'assist di trivela di STREFEZZA (Lecce) contro il Pordenone e la super doppietta di ZERBIN (Frosinone), che affonda il Pisa


FLOP

5 a LEVERBE (Pisa): ebbene sì, anche il centrale francese è umano. Prestazione decisamente sottotono al cospetto del Frosinone, contro cui commette il fallo per il rigore poi fallito da Ciano e si perde Novakovich in occasione del gol che chiude la partita.

4 al MONZA: la ripartenza nel 2022 della formazione di Stroppa è da incubo. Il ko di Benevento - con ben due espulsioni nel primo tempo - nel recupero della 18esima giornata e il pari strappato per il rotto della cuffia col Perugia cancellano il ricordo dei 10 risultati utili consecutivi con cui i brianzoli avevano chiuso lo scorso anno. Le prime posizioni della classifica restano alla portata, ma serve cambiare subito passo.

3 alla TERNANA e a BANDECCHI: la squadra di Lucarelli è in brusca frenata, come conferma il pesante 2-4 incassato per mano dell'Ascoli. L'ultima vittoria risale ormai allo scorso novembre e la zona playout torna ad essere uno spettro: non aiuterà certo la reprimenda social del suo presidente, che ha promesso di bruciare le magliette usate dai suoi calciatori e che ha imposto il silenzio stampa per ritrovare la brillantezza perduta. Sarà...

2 a PASA (Pordenone): l'effetto Tedino è già svanito? Un punto nelle ultime 4 giornate e penultimo posto, con un solo punto in più del fanalino di coda Vicenza. Se poi un calciatore dell'esperienza di Pasa complica tutto facendosi cacciare per doppia ammonizione, diventa dura reggere il passo di una corazzata come il Lecce.

1 alla REGGINA: come l'unico punto conquistato da Mimmo Toscano nelle prime due partite dal suo ritorno. A Como, prima della sosta, era andata bene ma la prima del 2022 ha immediatamente riportato d'attualità tutti quelli che sono i limiti della formazione calabrese. Mai in partita contro il Brescia, non vince dallo scorso 5 novembre, in casa addirittura da fine ottobre. E la zona rossa si avvicina.