79
Il calcio riabbraccia Zvonimir Boban. A oltre un anno dal licenziamento per giusta causa da parte del Milan - condannato a pagare 5 milioni di euro al croato - l'ex dirigente è pronto per una nuova avventura. Come riportato da Repubblica, infatti, Boban sarà capo del calcio dell'Uefa, un nuovo ruolo manageriale creato appositamente per lui dal presidente Ceferin. Il quale, a stretto giro di posta, si appresta a vivere giorni fondamentali per il futuro del pallone europeo. 

JOLLY DIPLOMATICO - Lunedì 19 aprile, infatti, è in programma il Comitato esecutivo dell'Uefa, che all'ordine del giorno ha due temi di vitale importanza: da una parte la decisione definitiva sulle 12 sedi degli Europei; dall'altra il futuro della Champions e la nuova formula a partire dal 2024. Boban, dunque, torna in politica dopo l'esperienza alla Fifa tra il 2016 e il 2019. Un'esperienza ricca di riforme e innovazioni, a partire dalla storica introduzione del Var. L'ex fuoriclasse croato - continua Repubblica - si occuperà dei rapporti con le leghe e con i club, della revisione dei calendari, dell'armonizzazione tra coppe e campionati e della gestione del Var all'interno dei tornei Uefa. L'annuncio ufficiale è previsto per martedì, nel day-after di quello che, a Montreux (Svizzera) sarà un Comitato esecutivo cruciale. In un momento delicatissimo per il calcio mondiale, lo strategia Ceferin gioca il suo jolly: il calcio ritrova il diplomatico Boban.