"I miss you". E la foto dell'esultanza. No, quello che gli mancava non era il gol, ma il nonno, scomparso in estate. E la prima gioia tra i professionisti non poteva essere che per lui. Xian Emmers ha regalato la vittoria alla Cremonese, che mancava dal 26 gennaio, nella sfida contro il Benevento, una delle candidate per la promozione diretta in Serie B. Lo ha fatto al 93esimo. Lo ha fatto con i grigiorossi in 10 contro 11. Lo ha fatto nel momento più difficile. 

La squadra che passa da Mandorlini a Rastelli, il direttore sportivo Rinaudo che lascia, l'arrivo di Bonato ai piani alti, 3 ko consecutivi: c'è tutto in questa prima stagione tra i pro per il talento nato a Lugano ma di nazionalità belga, pescato dall'Inter nelle giovanili del Genk, e che in nerazzurro ha vinto due volte lo scudetto Primavera più una Supercoppa, vivendo la preparazione estiva a contatto con la Prima Squadra. Trequartista prima, mezzala ora, ha detto sì all'Italia su consiglio di papà Marc, 7 presenze al Perugia nel 1997, e ha scelto subito la Cremonese per crescere. Già, perché il classe '99 vuole continuare a correre...

OCCHI IN SERIE A - L'Inter è il club proprietario del cartellino e monitora continuamente le prestazioni del centrocampista belga. Ma non è la sola. Già, perché come appreso da calciomercato.com, per Emmers c'è la fila: ci sono gli occhi di Parma, Sampdoria e Chievo, oltre a quelli del Pescara, che ci ha provato a gennaio, in Serie B. Serie B dove il piccolo Xian (si chiama così perché sua madre era appassionata di una serie tv) sta diventando decisivo. Per la Cremonese. Per se stesso. E anche per il nonno...



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Miss you so much.. #27

Un post condiviso da Xian Emmers (@xianemmers) in data: