199
Il neo ministro dello Sport, Andrea Abodi, è tornato a parlare dell'inchieste che riguardano la Juventus e in generale del sistema calcio italiano:“Sono situazioni che si rinnovano, di fronte alle quali bisogna in primo luogo mantenere un’attenzione attiva di vigilanza, perché ci sono degli organismi sportivi e anche la giustizia ordinaria che devono intervenire prima del sottoscritto”.

Il ministro dello Sport, ha poi aggiunto: "Ho la responsabilità di contribuire a non abbassare l’attenzione. Sono temi che devono essere risolti a livello sistemico, c’è la volontà di non mettere la polvere sotto il tappeto e di non volersi distrarre voltandosi dall’altra parte, i problemi vanno affrontati senza avere un approccio giustizialista e superficiale, ma andando in profondità e cercando di capire, affidando a ognuno le proprie responsabilità, come si possa ridare credibilità a un sistema che vive di credibilità. Vero che vive di passione, ma senza credibilità la passione si spegne”