772
Poteva essere la partita della svolta, del rilancio dell'Inter verso il secondo posto (dove la sconfitta della Lazio con il Milan avrebbe consentito il ritorno a -1) e che avrebbe potuto tenere viva l'ultima fiammella della corsa scudetto. L'Inter però si suicida clamorosamente ed esce sconfitta 2-1 dalla sfida di San Siro contro il Bologna che invece rilancia il proprio sogno di rientrare nella corsa Europa League.

Una pazza Inter che parte forte, va in fretta in vantaggio con Lukaku, bravo e fortunato a raccogliere la respinta del palo sul colpo di testa di Lautaro e battere Skorupski. Gli uomini di Antonio Conte si divorano occasioni su occasioni per tutto il primo tempo e tengono quelli di Sinisa Mihajlovic in partita.

Nella ripresa l'espulsione diretta di Soriano sembra concedere all'Inter ampia strada per il raddoppio ma con il rigore sbagliato da Lautaro Martinez la squadra nerazzurra si spegne. L'ingresso di Musa Juwara semina il panico nella difesa nerazzurra fino al gol dell'1-1 sfruttando un clamoroso errore di Gagliardini con complicità di Handanovic. 

Bastoni con un doppio giallo proprio su Juwara riporta il risultato in equilibrio e ancora in contropiede il Bologna vola e trova il gol della vittoria con Musa Juwara che beffa Handanovic sotto le gambe. Sanchez ha sul destro l'occasione del pari, ma Skorupski è super e tiene il risultato sul 2-1. La sconfitta brucia parecchio perché spegne in un colpo solo tutti i sogni e gli obiettivi dei nerazzurri, al contrario rilancia quelli del Bologna che vola a -4 dal piazzamento europeo. 

RIMANETE COLLEGATI AL TERMINE DELLA PARTITA PER LEGGERE IL PEZZO PER 100ESIMO MINUTO DI ALBERTO CERRUTI