Commenta per primo

Punto e a capo. Impegnata a cercare di salvare una stagione che sta andando a rotoli, a fine campionato la società nerazzurra sarà chiamata ad operare un profondo rinnovamento in prospettiva futura. In particolare il presidente Moratti dovrà prendere una serie di importanti decisioni, a partire dai dirigenti e dall'allenatore a cui affidare il progetto tecnico.

Dopodiché, prima di scegliere i nuovi acquisti, andrà fatta un'attenta valutazione sull'attuale parco giocatori, stabilendo chi è da Inter e chi no. E qui il compito non sarà affatto facile perché, nelle annate storte come questa, si rischia di scaricare con troppa fretta anche degli elementi interessanti. Il passato insegna: per non fare torto a nessuno basti pensare ai vari Davids (Milan), Henry (Juve) e Pirlo (Inter). Se un giocatore come Muntari, inguardabile in maglia nerazzurra, ha fatto bella figura nella sfida scudetto, non si può escludere che (tanto per fare un esempio) i giovani talenti Coutinho e Castaignos possano sbocciare una volta approdati in altri lidi.