94
Da sogno a incubo. Il mercato invernale è ormai alle porte e viene vissuto in maniera differente dagli interisti. Abituati a centrare ottimi colpi (indipendentemente dal loro rendimento sul campo) anche nel passato recente: basti pensare agli arrivi di Eriksen dal Tottenham nel 2020 e di Gosens dall'Atalanta un anno fa. 

DECISIONE - L'autofinanziamento ordinato dal presidente Zhang ha cambiato l'umore della piazza che ora, più che pensare a grandi acquisti, teme di perdere i big già in squadra. Tuttavia, in vista del prossimo mese di gennaio, la società ha lanciato segnali rassicuranti: nessuno dei titolari nella squadra di Inzaghi sarà ceduto. Almeno questa è l'idea di base condivisa da proprietà, dirigenza e staff tecnico, poi si sa che il mercato è fluido e che in questi tempi non esistono più incedibili. 

5 STELLE - I pezzi pregiati nella rosa dell'Inter sono quelli con la valutazione più elevata sul mercato: da Lautaro a Dumfries passando per Barella e Bastoni compreso Skriniar, in scadenza di contratto a giugno. Le cinque stelle nerazzurre a gennaio non si toccano e resteranno a Milano almeno fino al termine della stagione. Inzaghi è stato rasserenato in questo senso.