Calciomercato.com

Inter, Dimarco e l'ennesima rivincita da cuore nerazzurro. Il cambio agente e un contratto blindato

Inter, Dimarco e l'ennesima rivincita da cuore nerazzurro. Il cambio agente e un contratto blindato

  • Emanuele Tramacere
  • 146
Nella serata di San Siro che ha riportato l'Inter in finale di Champions League dopo 13 anni dall'ultima volta, sugli spalti del Meazza ad esultare e saltare con gli 11 nerazzurri in campo c'erano anche Achraf Hakimi e Ivan Perisic, due grandi ex e soprattutto due grandi esterni che hanno vestito la maglia dell'Inter. Quelle fasce oggi hanno due padroni diversi e uno di questi, Federico Dimarco, in questa magica serata ha conquistato sul campo l'ennesima rivincita della sua vita calcistica prima e da tifoso poi.
 
CAPOPOLO - Ormai le sue esultanze con microfono o megafono in mano, sotto la Curva Nord o davanti allo spicchio riservato ai supporter nerazzurri in giro per il Mondo stanno facendo il giro del web e dei social. "Te l'ho promesso da bambino" è il coro che più lo rappresenta perché lui in curva ci andava da ragazzo e le vittorie in campo con questa maglia valgono doppio. Lui che nel 2003 e nel 2005 c'era, anche se appena bambino e che ieri sera "Ha rimesso le cose a posto". Lui che perfino la stessa società ha rieletto a capopolo indiscusso.
 
RIVINCITA IN CAMPO - Una rivincita rispetto a 20 anni fa sul Milan, ma una rivincita costante, in campo, anche per se stesso e verso chi non lo riteneva "adatto" a giocare ad altissimi livelli. Il piede è sempre stato letale, ma c'era chi diceva che fosse troppo basso per fare il terzino, troppo esile da esterno a tutta fascia. I prestiti a Parma e Verona per formarsi, sperimentare, capire quanto vale, poi il nuovo ruolo, da quinto di centrocampo che lo ha riportato anche e soprattutto per questione di liste in un'Inter che aveva proprio Perisic da titolare prima e poi Gosens acquistato a gennaio per cifre che facevano pensare ad una titolarità annunciata. Dimarco ha lavorato ancora di più, si è fatto trovare pronto nel momento del bisogno, ha messo su massa e lavorato sui tempi di salita e difensivi fino a questa magica stagione, da 6 gol e 9 assist e con la convocazione in una Nazionale che sembra essere sempre più sua.
 
CAMBIO AGENTE E CONTRATTO BLINDATO - E a prescindere dal mercato, sua sarà anche l'Inter quantomeno della prossima stagione. Lo scorso 8 febbraio, tuttavia, Dimarco ha scelto di affidarsi ad una nuova agenzia di procure, la RocNations, la stessa di Romelu Lukaku. Il suo contratto è stato blindato lo scorso dicembre 2021 e la scadenza è stata portata al 30 giugno 2026. Un contratto blindato che per l'Inter è intoccabile e anche per Federico, cuore nerazzurro che ora vuole prendersi almeno un'altra rivincita. Sarà più difficile ma la data cerchiata in rosso è quella del prossimo 10 giugno. A Istanbul.

 

Altre notizie