620
Il mercato dell'Inter è entrato da subito nel vivo, non appena la squadra di Simone Inzaghi ha dovuto archiviare la stagione scorsa con la delusione di uno scudetto sfumato per appena due punti nel testa a testa col Milan. Beppe Marotta e Piero Ausilio non hanno perso tempo e, individuata in Skriniar la pedina da sacrificare per esigenze di bilancio, si sono mossi con largo anticipo per definire gli arrivi di giocatori che completino da subito - in tempo utile per l'inizio del ritiro di Appiano - la rosa nerazzurra in maniera funzionale. Bellanova, Asllani e Lukaku sono tre affari conclusi e quella di domani sarà una giornata molto importante perché condurrà alle prime ufficialità di questa finestra di mercato.

IL GRANDE RITORNO - Nelle prossime ore è previsto infatti lo sbarco a Milano del centravanti belga che, ad appena un anno dal suo addio per indossare nuovamente la maglia del Chelsea (per 115 milioni di euro), torna ad essere un calciatore dell'Inter. La conferma arriva direttamente dall'amministratore delegato Beppe Marotta: "Lukaku quando arriva? Penso stasera", ha dichiarato all'uscita dal Consiglio Federale di Roma. Il club londinese ha accettato la cessione in prestito secco per una stagione, a fronte di un corrispettivo di 8 milioni di euro più bonus, e per Lukaku quella di mercoledì sarà la giornata per espletare l'iter delle visite mediche e della firma sul contratto. Il classe '93 andrà a percepire un ingaggio da 8,5 milioni di euro più bonus che, sfruttando gli effetti del Decreto Crescita, peserà a bilancio per 13. 
LA NOVITA' - Per un ritorno tanto atteso e gradito soprattutto per Simone Inzaghi, che avrà modo di potenziare ulteriormente il reparto offensivo con un giocatore funzionale al suo calcio e protagonista nelle sue due precedenti stagioni in Serie A (47 reti in 72 partite), c'è un volto nuovo pronto a muovere i suoi primi passi in nerazzurro. Dopo un'annata di rivelazione ad Empoli, Kristjan Asllani vivrà l'inizio della sua avventura interista con le visite e i passaggi burocratici della firma: arriva a Milano con la formula del prestito con diritto di riscatto condizionato, per una cifra complessiva di 14 milioni di euro e il trasferimento in prestito in Toscana dell'attaccante Marcelo Satriano.