39
Dopo aver scoperto la prima maglia della stagione 2015-16, i tifosi voglioni conoscere anche la nuova Inter. Il sogno continua a chiamarsi Yaya Touré, ma il fuoriclasse ivoriano non è l'unico obiettivo. Piero Ausilio segue diverse piste in tutta Europa e non solo. Piste di mercato che possono portare anche in Polonia. Per la precisione a Varsavia, città dello storico Legia. Lo stesso club dove gioca Ondrej Duda.

EREDE DI HAMSIK - L'Inter è arrivata prima di tutti ed è riuscita a strappare il sì del giovane trequartista. Al Legia Varsavia andranno circa 3 milioni di euro. Un'operazione intrigante che coinvolge uno dei migliori talenti del calcio slovacco. In patria Duda è considerato l'erede di Marek Hamsik. Un paragone non da poco, ma che ci sta tutto, per un ragazzo di soli 20 anni. Come il centrocampista del Napoli, Duda è bravissimo ad attaccare lo spazio e ha il fiuto del gol dei migliori bomber. Ha fatto il suo esordio nella Nazionale maggiore subentrando proprio ad Hamsik. Una semplice coincidenza o piuttosto un passaggio di testimone in vista del futuro?
DUDINHO - In questa stagione in Ekstraklasa, il massimo campionato polacco, ha segnato 5 reti e realizzato 4 assist. Non solo: in Europa League è andato in gol 3 volte. Duda è una mezza punta moderna che lavora per i compagni e rimane lucido quando è il momento di finalizzare. Testa e cuore da uomo dell'Est e piedi da brasiliano. Per questa ragione, in molti chiamano Ondrej "Dudinho". Il primo maestro in carriera è stato Jan Kozak, attuale ct della Slovacchia e suo primo allenatore al Kosice. Lo stesso che lo ha fatto esordire in Nazionale. Ora Duda sogna un altro esordio. Una prima volta tutta italiana con la maglia nerazzurra addosso.

Matteo Palmigiano
@palmi14