Luciano Spalletti - con la Champions League ancora da conquistare - non fa sconti a nessuno. Durante la seduta odierna dell’Inter, l’allenatore nerazzurro ha rimandato a casa uno svogliato Joao Mario. Non ha terminato anzitempo il lavoro per un infortunio come sembrava inizialmente, ma per un atteggiamento sbagliato sul campo. Spalletti ha visto il portoghese troppo “morbido” e poco concentrato negli esercizi e lo ha invitato ad accomodarsi fuori e a ripresentarsi domani mattina, possibilmente con un atteggiamento diverso. Per arrivare al terzo posto, Spalletti pretende concentrazione e impegno da parte di tutti, in partita come in allenamento.

Joao Mario - 22 presenze tra campionato e Coppa Italia in questa stagione - ha iniziato il campionato da separato in casa, per poi trovare spazio in autunno in assenza di Nainggolan. Nelle ultime settimane, però, Spalletti lo ha utilizzato ancora col contagocce: gli ultimi 90’ risalgono alla sfida contro la Spal del 10 marzo. In seguito Joao Mario ha giocato solo 52 minuti in 9 partite dell’Inter. Dopo l'allontanamento dalla seduta odierna, sembra improbabile rivedere il portoghese in campo nella prossima partita (e probabilmente anche all’ultima contro l’Empoli). La sua stagione all'Inter può essersi già conclusa. E magari anche la sua avventura in nerazzurro...