1
L'Inter vista contro la Juventus ha già il marchio di Antonio Conte, vero promotore della fatica, elemento indispensabile per giungere al trionfo. L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport riprende il concetto di Confucio, filoso cinese, adattandolo proprio al tecnico salentino. 

“Dal tempio di Confucio allo stadio Olimpico di Nanchino c’è una mezz’ora buona di auto, un bel po’ di traffico e una quantità di smog che la metà basta. Ma di sicuro il tempo è sufficiente per riflettere su questa frase del filosofo cinese: «Non si arriva in cima alla montagna senza passare per vie difficili e scoscese». Antonio Conte l’ha presa a manifesto. L’ha girata ai suoi giocatori, come memorandum”.