17
Gleison Bremer è il miglior difensore della Serie A. Lo dicono le statistiche individuali, lo pensano in molti. Il brasiliano del Torino ha mostrato una crescita esponenziale negli ultimi anni, arrivando ad essere il cliente peggiore per i centravanti più prolifici del nostro campionato. Questa volta l’incrocio ha un sapore speciale: come vi abbiamo raccontato nelle scorse settimane, infatti, l’Inter è avanti sulla concorrenza per assicurarsi Bremer in estate. Per cui, quello di domenica sarà forse l’ultimo incontro da avversari tra le parti.
 
LEALTA’ – Bremer ha fatto una cosa allucinante per il club”, parola di Ivan Juric, allenatore del Torino. Il tecnico si riferisce al rinnovo di contratto annuale firmato qualche tempo fa, portando la scadenza al 2024 e conferendo alla società piemontese maggiore potenza in sede di trattativa. Questo gesto dovrebbe portare nelle casse del presidente Cairo una trentina di milioni, per un giocatore arrivato all’ombra della Mole per poco meno di 6 dall’Atletico Mineiro.
 
UNO CONTRO DUE – Dicevamo che nell’uno contro uno Bremer è dominante, però l’Inter gioca con due punte. All’andata ai nerazzurri è servito un guizzo di Dumfries, perché già allora il reparto offensivo aveva sofferto contro il possente centrale di Juric, ben coadiuvato da Buongiorno e Djidji. Dzeko e Lautaro hanno ritrovato lo smalto appena in tempo con le marcature multiple alla Salernitana e il gol che ha tenuto vive le speranze nerazzurre ad Anfield: dopo Van Dijk, ecco un altro muro sulla strada che porta al successo. Nella speranza, magari, di schierarlo presto tra le proprie fila.