1
Handanovic 6: Si distende nel tentativo di fermare il bolide di Zieliński, ma la palla finisce sotto l’incrocio dei pali. Nulla può neanche sul raddoppio di Mertens.

D’Ambrosio 5: Prova a costruire qualcosa ma va spesso in difficoltà, sia contro Ghoulam che contro Insigne, che gli scappa via in occasione del quarto gol azzurro.

Miranda 4: Mertens gli prende il tempo e per poco non fulmina Handanovic. Tanto mestiere nel provvidenziale recupero su Milik lanciato a rete, poi fa il bis su Mertens, lo riperde, e questa volta il belga non lo perdona.

Skriniar 5: Affonda col resto della barca.

Asamoah 5: Dopo gli errori decisivi contro PSV e Juventus, arriva anche quello contro il Napoli: regala palla a Zieliński con una giocata inconcepibile e l’azzurro non lo perdona.

Gagliardini 5: Parte benino ma si affloscia con il resto della squadra dopo il gol dei padroni di casa.

(Dal 13’ s.t. Vecino 5: Di petto libera D’Ambrosio in area di rigore, ma l’esterno nerazzurro. Rimane l’unica giocata degna di nota della sua partita.

Brozovic 4,5: Vaga per il campo privo di meta e obiettivi. Non verticalizza mai, sbaglia molti tocchi sbraccia come ai vecchi tempi.

Politano 6: Nel primo tempo è l’unico che prova a fare qualcosa d interessante lì davanti. Fa ammonire Koulibaly e serve a Perisic un grande assist, sprecato dal croato.

(Dal 1’ s.t. Icardi 6: Il primo squillo al minuto 77, quando di testa non riesce ad angolare su cross di D’Ambrosio. Si procura e trasforma il calcio di rigore.

Nainggolan 4: Sonnecchia per 40’ poi si ritrova libero sulla trequarti per scaricare la bomba, ma il suo tiro è impreciso e finisce alto sopra la traversa. Ripiomba in un sonno profondo, ma Spalletti lo lascia in campo, a passeggiare.

Perisic 4,5: Divora un’occasione d’oro a due metri dalla porta. Un suo cambio di gioco superficiale innesca un contropiede pericolosissimo che Ghoulam spreca malamente. Nel secondo tempo passa sulla corsia destra, riesce a fare altrettanto male.

(Dal 34’ Candreva: s.v.)

Lautaro 6: Nel primo tempo viene ingoiato da Koulibaly e Albiol, ci prova con un tiro timido che Karnezis respinge con i piedi. Ci riprova con maggior convinzione nel secondo tempo ma al momento di gioire, Koulibaly salva sulla linea con un intervento mostruoso. Non domo, ci riprova, ma colpisce la traversa. Sfortunato.


Spalletti 4: A Napoli l’Inter non propone calcio, improvvisa, sbraca. Si perde nel momento più delicato, crolla come priva di coraggio e idee. La Champions è a rischio.