33
Inter-Napoli 2-0

INTER
Handanovic 7:
Attento sulla botta di Zielinski. Si ripete su Politano, deviando un pallone insidioso passato sotto le gambe di Bastoni.

D’Ambrosio 7: Si coordina arretrando e in modo chirurgico coglie Meret in controtempo piazzando sul palo lontano il mancino dell’1-0.

de Vrij 6: Recupera dal problema al ginocchio e gestisce senza problemi un Milic abulico che gli facilita ogni compito.

Bastoni 6,5: Piglio e personalità. Partecipa all’azione come chiede Conte.

Candreva 6,5: Salvataggio provvidenziale su Insigne, vale un gol. Entra anche lui nell’azione del vantaggio nerazzuro.

(Dal 15’ s.t. Godin 6: Entra e si piazza sul centro-destra. Conferma i progressi nel ruolo).

Barella 6,5: Gioca con buon ritmo rimanendo sempre nel vivo del match. Avvia l’azione del 2-0.

Brozovic 6,5: Ruba palla a Mario Rui e avvia l’azione dell’1-0. Dialoga con Lukaku e prova il mancino, ma trova un super Meret.

Biraghi 6,5: Intelligente e preciso l’assist per D’Ambrosio dalla linea di fondo. Borja Valero gli spalanca la via del gol, ma dolo una lunga galoppata calcia malissimo con la porta davanti, prendendosi anche gli insulti di Lukaku, che chiedeva un assist.

(Dal 35’ s.t. Young: s.v.)

Borja Valero 6,5: Gioca da trequartista e lega i reparti con esperienza e intelligenza.

(Dal 44’ s.t. Eriksen: s.v.)

Lukaku 6,5: Gioca al servizio della squadra e vince molti duelli fisici contro Koulibaly. Vive un buon momento di forma.

(Dal 44’ s.t. Moses: s.v.)

Sanchez 5,5: Inizia con piglio e personalità, chiede continuamente palla, ma non riesce a combinare granché anche perché ben contenuto da Maksimovic.

(Dal 15’ s.t. Lautaro 7,5: Segna un gol da fenomeno e si toglie di dosso qualche fantasma di negatività.

Conte 7: Vince contro un avversario tignoso e si tiene il secondo posto.


NAPOLI
Meret 6,5: Agilità felina per sventare il preciso tiro di Brozovic. Beffato in controtempo da D'Ambrosio Non vede partire la conclusione di Lautaro che rimbalza a pochi centimetri da lui prima di infilarsi in rete.

Hysaj 5,5: Grande invenzione per Insigne, ma l’attaccante azzurro spreca. Sulla corsia di competenza si fa trovare qualche volta in ritardo.
(Dal 39’ s.t. Malcuit: s.v.)

Maksmimovic 6,5: Sulle sue zolle c’è Sanchez come diretto avversario, riesce a tenergli testa senza troppe difficoltà.

Koulibaly 6: Avvincente duello fisico con Lukaku. Qualcuno lo vince, qualcuno lo perde.

Mario Rui 5,5: Perde palla in uscita e l’Inter imbastisce l’azione per l’uno a zero.

(Dal 20’ s.t. Ghoulam 6: Prova a mettere subito in mostra il suo mancino ma trova sguarnita l’area.

Elmas 6: Si mette in mostra con un grande slalom ma sul più bello, Bastoni mura il suo destro. Ci prova dalla distanza con l’altro piede, ma il pallone finisce di poco a lato.

Demme 5,5: Non sempre perfetto il suo posizionamento davanti alla difesa.

Zielinski 6,5: Prova il mancino dalla distanza, trova attento Handanovic. In continuo movimento, offre soluzioni ai compagni. Gattuso lo risparmia in vista di Barcellona.

(Dal 20’ s.t. Allan 5,5: Ce lo ricordiamo con tutt’altro piglio. Gestisce qualche pallone, niente di memorabile.

Politano 5,5: Gli capita una buona occasione col mancino ma Handanovic è bravo. Per il resto è più fumoso che utile.

(Dal 30’ s.t. Lozano: s.v.)

Milik 4,5: Invisibile.




(Dal 39’ s.t. Callejon: s.v.)




Insigne 6: Con un tocco d’astuzia rischia di beffare Handanovic deviando un tiro sbilenco di Zielinski. Servito a centro area da Hysaj, tira a botta sicura ma non fa i conti con l’accorrente Candreva, che si immola compiendo un mezzo miracolo e spedendo la conclusione in angolo.







Gattuso 5,5: Il Napoli crea buone occasioni ma spreca moltissimo. Milic è un corpo estraneo.