500

Grazie ai gol di Icardi e Brozovic, l'Inter batte 2-0 il Napoli (facendo un favore alla Juventus, che battendo il Palermo può allungare in vetta a +9) nel terzo anticipo della 33esima giornata di campionato in Serie A dopo Bologna-Torino e Carpi-Genoa. Si tratta del terzo scontro diretto stagionale dopo l'andata vinta dai partenopei e gli ottavi di finale in Coppa Italia vinti dai nerazzurri sempre allo stadio San Paolo con il battibecco finale tra Sarri e Mancini, che oggi si sono stretti la mano prima del calcio d'inizio. Presenti 60mila spettatori, in tribuna i presidenti Thohir e De Laurentiis oltre al ct dell'Italia, Antonio Conte. Il Napoli deve ancora fare a meno dello squalificato Higuain, sostituito al centro dell'attacco da Gabbiadini, autore di 8 gol nelle ultime 11 presenze da titolare. Dall'altra parte l'Inter conferma Jovetic al fianco di Icardi, che grazie al gol-vittoria di sabato scorso a Frosinone è salito a quota 50 reti nelle sue prime 100 presenze in nerazzurro. Bottino aggiornato a 51 gol (15 in questo campionato) grazie al vantaggio segnato stasera in fuorigioco. Poi lo stesso Icardi serve la palla del raddoppio a Brozovic, che non sbaglia a tu per tu con Reina e manda le squadre al riposo sul 2-0. A inizio ripresa Sarri prova a dare la scossa con gli ingressi di Ghoulam e Mertens per Strinic e Insigne. Mancini risponde con Biabiany, Felipe Melo e Palacio al posto di Kondogbia, Jovetic e Icardi. Ma il risultato non cambia più. Ora la palla passa alla Roma, impegnata domenica all'ora di pranzo sul campo dell'Atalanta: vincendo i giallorossi risalirebbero a -3 dal Napoli secondo in classifica, invece perdendo manterrebbero solo tre lunghezze di vantaggio sull'Inter.