57
In casa Inter oggi la questione societaria è la preoccupazione preminente, e incide ovviamente anche sulle scelte e sulle decisioni di mercato. Marotta e Ausilio continuano a gestire la campagna trasferimenti, così come Conte prosegue nella gestione tecnica, ma è indubbio che quanto sta accadendo ai piani alti, con ripercussioni sul mancato pagamento degli ultimi stipendi, influisca anche sul mercato. 

E' così il mercato nerazzurro al momento è in attesa di occasioni che permettano alla squadra di rinforzarsi a costo zero, e magari provando anche a ridurre il monte ingaggi (in questo senso, occhio sempre alla situazione relativa a Christian Eriksen).

TUTTO BLOCCATO, A MENO CHE.. - Fra le operazioni ferme al momento c'è anche quella relativa alla cessione di Andrea Pinamonti, che diventa sempre più improbabile man mano che trascorrono i giorni e avanza il conto alla rovescia verso la fine del mercato. La cessione del classe 1999 di Cles infatti è sempre stata legata all'eventuale arrivo di un altro giocatore da inserire nel reparto offensivo, cosa al momento quasi impossibile, dato che l'impasse societaria ha determinato lo stop a tutte le piste di cui vi abbiamo parlato nelle ultime settimane, dal Papu Gomez a Pellé ed Eder. Tutto questo a meno che, ripetiamo, un'eventuale uscita di Eriksen riapra a sorpresa i giochi.

Ad oggi quindi Pinamonti sembra destinato a restare all'Inter, anche perché parallelamente alle difficoltà nerazzurre si è anche raffreddato l'interesse dei potenziali acquirenti, Benevento in testa.