Tutta l'Inter è entusiasta di Lautaro Martinez. Dai dirigenti più importanti fino allo staff tecnico, la convinzione in casa nerazzurra è di aver completamente azzeccato l'investimento sull'attaccante preso un anno fa dal Racing di Avellaneda; quei 20 milioni più bonus oggi si moltiplicano alla voce 'valore del giocatore' grazie soprattutto a un grande impatto con il calcio italiano, mai scontato per chi arriva dal Sudamerica. Lautaro si è ambientato al meglio e ha dimostrato di essere pronto, l'idea della società per il prossimo anno è di puntare forte su di lui.

LA PROMESSA - L'Inter infatti ha sempre protetto Lautaro Martinez anche nel momento più complicato dello scorso autunno; intoccabile al punto da aver rifiutato qualsiasi offerta di prestito o di cessione definitiva, ci hanno provato il Betis di Siviglia, il Borussia Dortmund e il Racing per un prestito al sapore di ritorno a casa. Niente da fare, Lautaro è stato trattenuto con massima convinzione ed è diventato titolare dimostrando di valere l'Inter. C'è di più: anche in estate sarà un assoluto incedibile, dovesse far bene da qui alla fine dell'anno solare 2019 si aprirebbe la possibilità del rinnovo. Un nuovo contratto per premiare Lautaro che è il quart'ultimo giocatore tra i più pagati dell'Inter (dietro di lui solo Padelli, Berni e Dalbert) a quota 1,5 milioni all'anno e potrebbe vedere ritoccato il suo stipendio con prolungamento già studiato fino al 2024. Perché il piano di Suning è chiaro, approvato da Marotta, Ausilio, Zanetti e Gardini: Lautaro è il futuro.