19
Un valzer importante di attaccanti prenderà il via quest'estate e avrà come centro nevralgico la milano nerazzurra. Il futuro di Mauro Icardi, ovviamente, avrà ripercussioni importantissime sul mercato dell'Inter e su quello dei grandi centravanti più in generale. Sì perché anche con l'eventuale arrivo in panchina di Antonio Conte l'ad Beppe Marotta e il ds Piero Ausilio non cambieranno i propri piani. Anche per il tecnico salentino l'attaccante argentino è sacrificabile a patto che, però, venga sostituito sul mercato.

INTRECCIO A PARIGI - Cedere Icardi alle cifre che vuole l'Inter non è e non sarà semplice soprattutto considerando la volontà di Wanda Nara di non allontanarsi troppo da Milano. La Juventus è vigile, ma fra i club interessati c'è anche il Paris Saint Germain il cui futuro dell'attacco si intreccia proprio con quello dei nerazzurri. Se la pista Icardi è complicata, non lo è invece quella per Edin Dzeko trattato proprio sia dai nerazzurri che dai parigini che hanno contattato il suo entourage.

INTER AVANTI SU DZEKO, MA PER LUKAKU SERVE... IL PSG - Un intreccio importante perché come riportato dalla Gazzetta dello Sport l'Inter si sente in vantaggio su Dzeko che, però, non è la priorità di Conte. L'allenatore salentino lo stima e aveva provato a portarlo al Chelsea, ma ha individuato in Romelu Lukaku il prototipo ideale per il suo futuro. Anche qui l'intreccio è di quelli da segnare con la matita rossa perché per liberare la punta belga, il Manchester United sta trattando... Edinson Cavani, attaccante uruguaiano in uscita dal PSG che vorrebbe sostituirlo proprio con Dzeko per abbassare i costi salariali della rosa. Un giro di affari che parte e si chiude con Icardi. Più che un incrocio di mercato, un'autentica rotatoria.