154
Questa volta non è stato l'interista Domenico Berardi a fermare il Milan nella sfida contro il Sassuolo. Nel 2-0 con cui gli uomini di Eusebio Di Francesco hanno regolato i rossoneri a salire in cattedra è stato però un altro giocatore con l'Inter nel cuore. Si tratta di Alfred Duncan, autore del gol dell'1-0 e di un'altra ennesima prestazione sopra la media di questa magica stagione.

UNA STAGIONE DA INCORNICIARE - Il centrocampista ghanese classe '93 sta portando a termine una stagione da incorniciare. 25 presenze di cui 20 da titolare fra campionato e Coppa Italia con una media voto ampiamente superiore al 6. Duncan è il classico centrocampista moderno perfetto in fase di interdizione, dove ha all'attivo 30 tackle vinti su 39, 27 intercetti e 2 salvataggi, ma anche fondamentale in fase di impostazione e rilancio dell'azione. Duncan infatti direziona oltre il 43% dei suoi passaggi con oltre il 76% di precisione verso gli attaccanti. Ha il 54% di precisione nei lanci lunghi con 30 occasioni create e 3 assist all'attivo.

SACRIFICATO SULL'ALTARE DEL BILANCIO DELL'INTER - Fondamentale nella crescita di Duncan, arrivato in Italia all'Inter nel 2010, è stato il suo percorso di crescita prima nel ruolo di regista (nel centrocampo a 3 di Stramaccioni con la Primavera nerazzurra) e poi la sua esperienza a Livorno che gli ha permesso di decentrarsi nel ruolo di mezzala. Lo scorso gennaio, dopo i primi 6 mesi in prestito alla Sampdoria, l'Inter ha scelto di privarsi di lui sacrificando il suo cartellino sull'altare di un bilancio bisognoso di liquidità. La cessione a titolo definitivo per 2,5 milioni di euro ha fruttato una plusvalenza di 2,1 milioni a bilancio. 
VALE 5 VOLTE DI PIU' - La Sampdoria ha scelto di cederlo immediatamente in prestito con obbligo di riscatto al Sassuolo. Un affare che frutterà al club blucerchiato 6 milioni di euro a fine stagione. Sebbene la scelta dell'Inter sia stata ponderata e obbligata per questioni di bilancio, rimane in casa nerazzurra il rimpianto di aver dovuto sacrificare un giocatore che, oggi, vale 5 volte di più. Dai 2 milioni di plusvalenza realizzati dall'Inter ai 6 milioni di riscatto fissato la scorsa estate dal Sassuolo la crescita del valore del suo cartellino, a soli 22 anni è continua ed è destinata ad aumentare. Oggi su Duncan ci sono gli occhi di numerosi club esteri fra cui Tottenham e Arsenal che sono in prima fila per completare il suo acquisto la prossima estate. Il Sassuolo lo valuta fra i 10 e i 15 milioni di euro, un rimpianto ancor più grande per l'Inter e per Roberto Mancini, che avrebbe un grande bisogno in rosa di un centrocampista con le sue caratteristiche.

Twitter - @TramacEma