131
Parla il Toro. Conferenza stampa dell'attaccante dell'Inter e della nazionale argentina Lautaro Martínez nella sede del Liniers, omaggiato dal club in cui è cresciuto, per aver vinto la Copa América. Ecco le dichiarazioni: "Rimarremo nella storia perché abbiamo raggiunto il successo in un modo incredibile, contro il Brasile padrone di casa. La Coppa si sarebbe dovuta giocare in Argentina, invece ci hanno portato in Brasile".

SU MESSI - "E' il miglior giocatore del mondo, è argentino, è nostro, si allena al massimo: è un esempio per tutti. Fa cose che gli altri non fanno. Dobbiamo godercelo e imparare da lui. A 20 anni l'ho incontrato per la prima volta in Nazionale, non dimenticherò mai quel giorno: l'ho visto allenarsi e lì ho detto che stavo sognando. Lo abbiamo aiutato, era molto affamato per le finali perse. Scaloni dice che nessuno ha un posto garantito, tranne un giocatore che sappiamo chi è. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, tutto quello che faccio all'Inter mi aiuta a essere in Nazionale".

SULL'INTER - "Sono in un momento molto importante della mia carriera. Quest'anno ho vissuto momenti incredibili, sensazioni che non avevo mai provato. Con mia moglie e mia figlia sto vivendo sensazioni uniche. Una cosa che sognavo da bambino. Sono molto felice e soddisfatto della carriera che sto facendo, voglio continuare così imparando dai miei compagni di squadra e da ogni allenatore che avrò. Sono una parte importante di me".