Intervenuto ai microfoni di Sky, Luciano Spalletti analizza la partita contro il Milan ed esalta la prestazione di Lautaro Martinez

“Quando esci da una competizione in quel modo tutti ti saltano addosso perché ci chiamiamo Inter.  Dobbiamo ripristinare bene quelli che sono ruoli e comportamenti, vanno messi beni insieme e riportati dentro un atteggiamento di squadra, dimenticando quello che è accaduto prima. La mossa Vecino? Tra i tre che avevo in campo stasera lui è quello che ha più gamba. Ma i complimenti vanno a lui che ha fatto una grande partita, ha saputo sempre pressare il mediano basso. Vecino ha una grande falcata, per lui i metri non sono un problema, fa 14 km a partita. Serve cancellare anche il caso Icardi? Io dico bravo a Lautaro per il rigore calciato; bravo a Politano per il rigore che si è preso; bravo a Perisic per tutti i recuperi. Bravi a tutti quelli che sono nello spogliatoio. Sul loro secondo gol abbiamo tardato le marcature perché loro sono andati immediatamente a raccogliere il pallone per battere e noi invece siamo rimasti ammucchiati. Si poteva sicuramente fare meglio anche perché abbiamo una buona fisicità con de Vrij e Skriniar li in mezzo. Lautaro? Lui è bravo a fare tutto, nel venire incontro, nel tenere palla, nell’andare in profondità. Lui basta guardarlo negli occhi per capire. Abbiamo trovato l’attaccante forte che può mettere a posto le cose”.