385
Pioli è il nuovo allenatore del Milan al posto di Giampaolo. Niente da fare per Spalletti, che resta senza panchina ma ancora stipendiato dall'Inter fino a giugno 2021. La Stampa in edicola oggi rivela un retroscena sulla trattativa non andata in porto tra il tecnico toscano e il club nerazzurro per la rescissione del contratto con tanto di buonuscita. 

LA TELEFONATA - Spalletti avrebbe urlato al telefono con Marotta: "Se date 12 milioni di euro a Conte, me ne dovete dare almeno 5". Il doppio rispetto ai 2,5 milioni proposti dai nerazzurri. Il Corriere della Sera aggiunge che Luciano aveva provato a vincere le resistenze dell'Inter nella notte di lunedì, inviando un messaggio a Steven Zhang. Nonostante l'affetto che lo lega all'allenatore toscano, il presidente nerazzurro ha ribadito la linea societaria, spiegando a Spalletti che non gli sarebbe stato corrisposto un anno di stipendio per consentirgli di allenare il Milan. "Pagare sei mesi è elegante, oltre è da stupidi": osservano dalla sede nerazzurra. Dal canto suo il Milan non se l'è sentita di coprire, al posto dei nerazzurri, le richieste economiche del tecnico per altri 3 milioni di euro oltre all'ingaggio da 5 milioni netti all'anno e così l'accordo è saltato.