67

Eder ha fatto 13. In questo campionato l'attaccante italo-brasiliano ha stabilito il suo record di gol in Serie A: 12 con la Sampdoria e 1 nell'Inter. Eppure, dopo un inizio esaltante, la seconda metà del suo campionato è deludente. L'unica rete segnata contro l'Udinese in 784 minuti giocati in maglia nerazzurra non basta ad evitargli la bocciatura da parte di critica e tifosi, ma non di Mancini. 

NO A RANIERI - L'allenatore lo ha voluto portare a Milano preferendolo a Soriano nello scorso mercato di gennaio, quando Eder rifiutò il Leicester pur di rimanere in Italia. Ora che la squadra di Ranieri si è laureata a sorpresa campione d'Inghilterra centrando una delle imprese più incredibili nella storia del calcio, sui social network regna l'ironia per alcune dichiarazioni rilasciate a suo tempo dallo stesso Eder: "Quando ho saputo dell'interesse dell'Inter, non ho avuto dubbi. Sono qui per vincere". 

FUTURO SCRITTO - Ultimamente Mancini gli sta preferendo Jovetic come spalla di Icardi, ma la sensazione è che l'allenatore abbia ancora più fiducia in Eder e che stia facendo giocare Jo-Jo solo per metterlo in vetrina sul mercato. Entrambi gli attaccanti sono arrivati con la formula del prestito biennale con diritto di riscatto condizionato alla prima presenza nel prossimo campionato. A oggi l'intenzione dell'Inter è quella di riscattarli, per poi rivendere Jovetic e tenersi Eder. La vera beffa sarebbe quella di perdere il treno azzurro che porta a Euro 2016 in Francia. 

@CriGiudici