Calciomercato.com

  • Intermania: Lautaro, Calhanoglu e Thuram segnano come il Milan e più della Juve

    Intermania: Lautaro, Calhanoglu e Thuram segnano come il Milan e più della Juve

    • Cristian Giudici
    Prova di forza. L'Inter vince 5-1 a Monza (per la quinta volta con 4 gol di scarto dopo Fiorentina, Milan, Salernitana e Udinese) e consolida il primo posto in classifica con 51 punti dopo 20 giornate di campionato. Si tratta del miglior dato nella storia nerazzurra, fatta eccezione per la prima stagione post-Calciopoli (2006/2007), quando la squadra campione d'Italia allenata da Roberto Mancini ne fece tre in più. 

    TRIS D'ASSI - Sul netto successo di ieri sera ci sono le firme di Lautaro, Calhanoglu e Thuram, saliti rispettivamente a 18, 9 e 8 gol in questo campionato. In totale fanno 35 reti, come tutto il Milan e più di tutte le altre 18 squadre di Serie A: la Juve è a quota 29 gol segnati, Atalanta e Napoli a 30, la Roma a 31. Nel resto d'Europa soltanto il Bayern Monaco sta riuscendo nell'impresa di fare altrettanto con Kane (22), Sané (8) e Musiala (5).

    CHE CENTROCAMPO! - Merito dei singoli, ma anche del gioco della squadra di Simone Inzaghi. Che trova la via del gol per la 28esima partita consecutiva in Serie A dopo lo 0-1 con il Monza a San Siro dello scorso 15 aprile, nove mesi fa. Quando in campo c'erano ancora Lukaku, Dzeko e Brozovic. Per assurdo, senza il regista croato, il centrocampo dell'Inter ha fatto un ulteriore salto di qualità. Barella, Calhanoglu e Mkhitaryan formano un trio perfettamente assortito e collaudato. Non a caso Inzaghi non rinuncia praticamente mai a loro tre, nonostante l'investimento fatto sul mercato per Frattesi. 

    ESAME PRE JUVE - Dopo la Supercoppa italiana in Arabia Saudita, l'allenatore nerazzurro dovrà rivedere i propri piani nella prossima trasferta di campionato a Firenze. Dove non potrà contare su Calhanoglu, che sarà squalificato dopo l'ammonizione rimediata ieri. E con Barella diffidato prima dello scontro diretto con la Juve del 4 febbraio a San Siro. Dopo la prova di forza a Monza, l'Inter dovrà superare un esame di maturità sul campo della Fiorentina. 
     

    Altre Notizie