10
Nicolò Barella, centrocampista dell'Inter e della Nazionale, parla in conferenza stampa accanto al ct Mancini alla vigilia di Italia-Ungheria, secondo impegno degli Azzurri in Nations League: "Ci sono tanti ragazzi, come Locatelli, Frattesi o Esposito, che rappresentano il presente e il futuro della Nazionale, non solo io e Tonali. Ora che sono tra i più esperti cerco di trasmettere ciò che ci ha trasmesso il mister in questi anni". 



ANNO DI GIOIE E DOLORI - "Dispiace tanto non aver vinto lo scudetto e non andare al Mondiale, ma sarebbe troppo facile se tutto andasse bene. La sofferenza a volte ti fortifica più delle vittorie: da quando ho iniziato ho avuto tante delusioni e tante giornate di gioia, cerco però da ogni situazione di apprendere più che posso".

HA DECISO DI NON TORNARE A CASA - "Non sono tra quelli a cui il mister ha dato il permesso di andare a casa e poi quando indossi questa maglia tutto passa in secondo piano, anche se c'è stanchezza vieni a giocare lo stesso".

TRA I TIFOSI PREVALE L'ENTUSIASMO PER L'EUROPEO O LA DELUSIONE PER IL MONDIALE? - "Il pubblico possiamo solo ringraziarlo, hanno sempre riempito gli stadi e domani cercheremo di vincere per loro".

NATIONS LEAGUE - "Non sta a me dire se è superfluo, è esagerato o si poteva fare a meno di queste partite. Siamo in un periodo dell'anno in cui si è giocato tanto e sicuramente è un impegno, ma vestire questa maglia è un onore, mai un peso. Se c'è da giocare io gioco e così anche i miei compagni".

PERCHE' L'ITALIA NON RIESCE A PORTARE AVANTI QUANTO FATTO DURANTE L'EUROPEO? - "La non qualificazione al Mondiale dipende da un girone in cui abbiamo dominato tutte le partite, ma ci sono stati episodi che non ci sono girati a favore... Vuol dire però che non ci meritavamo di andare al Mondiale o non era il nostro momento. Dispiace per la sfida contro la Macedonia del Nord, probabilmente dovevamo vincere 3 o 4-0: mi dispiace, non so dare una spiegazione. Cercheremo di fare di tutto per andare al prossimo".

UNGHERIA - "L'ho seguita anche all'Europeo: ha aperto un ciclo con mister Rossi, è molto compatta e con la nostra qualità cercheremo di vincere questa partita".

SALVATORE ESPOSITO - "E' un ragazzo che ha grandissima qualità. Gli serve poter sbagliare, come è servito a me, e fare le sue esperienze. Sono sicuro che in futuro potrà dare tanto alla Nazionale: gioca in un ruolo in cui sbagliare può compromettere tanto, ma ha bisogno di crescere e con la maturità per me diventerà un giocatore molto importante per questa Nazionale".