2

Atterrera' all'aereoporto di Pisa, proveniente con un volo privato da Copenhagen, intorno alle ore 12:30, per poi trasferirsi direttamente in pulmann presso il centro tecnico di Coverciano, la Nazionale italiana guidata dal c.t. Cesare Prandelli che, ieri sera, grazie ad un fortunoso gol nei minuti finali della sfida contro la Danimarca, ha pareggiato due a due nella penultima sfida del girone di qualificazione ai mondiali di 'Brasile 2014'. Gli azzurri svolgeranno questo pomeriggio principalmente un allenamento di scarico per chi è stato impiegato dal 1', mentre il resto del gruppo effettuera' potenziamento in palestra e partitella a ranghi misti su campo ridotto. Il tecnico della Nazionale azzurra, che domattina fara' da starter all'evento benefico podistico 'Corri la vita', sta già pensando però alla formazione anti Armenia, visto che di fatto neanche l'allenamento di domattina sara' tattico, in quanto a porte aperte presso il centro tecnico di Coverciano, prima della partenza, nel pomeriggio, in treno, da Firenze, per Napoli, con lunedì mattina seduta presso il campo confiscato alla Camorra presso la frazione di Quarto. Contro l'Armenia si va verso una rivoluzione rispetto agli undici anti Danimarca: Buffon sara' certamente confermato in porta, con esterni difensivi che cambieranno, visto che sara'dato riposo a De Silvestri e al negativo a Copenhagen, Balzaretti, ed il duo Abate-Pasqual in rampa di lancio. Chiellini dovrebbe essere confermato e si riproporra' Bonucci, ma anche Pirlo nel ruolo di regista, ai cui lati, nel ruolo di interni, sono favoriti Poli ed Aquilani, con Florenzi che si giochera' le sue carte, magari a gara in corso, mentre in attacco Gilardino e Balotelli si giocano una maglia, e ai lati di uno dei due potrebbero agire Giuseppe Rossi, se il viola dara' buone risposte di tenuta fisica per almeno un'ora di gara, e Cerci. Giaccherini è l'alternativa per un possibile 4-3-1-2 che escluderebbe il capocannoniere granata della serie A