168
Governo obbligato, campionato lungo, almeno due anni. Obiettivo: salvezza. Col Conte sbagliato.

Governo obbligato, praticamente obbligatorio farlo. Non tanto e non certo per evitare Salvini premier quanto perché Salvini aveva detto chiaro al mondo cosa ci faceva con i "pieni poteri" invocati. Il Capitano aveva fatto solenne giuramento e impegno d'onore del portare l'Italia a costeggiare, anzi lambire scoglio scoglio il default finanziario. Salvini aveva detto e programmato una Italexit da praticare, a suo calcolo, gratis.

Null'altro voleva dire l'annuncio orgoglioso di "almeno 50 miliardi" di nuovo debito italiano. E' stato l'istinto di sopravvivenza davanti agli scogli a rendere obbligato fare un governo. Anche un governo così, l'unico che si potesse fare.
La storia degli aumenti Iva è una mezza verità, quelle sono cambiali che ogni governo italiano firma da un decennio, le ha firmate anche Salvini. Cambiali che si rinnovano. La verità piena è che l'economia sovranista puntava diritta ai risparmi privati degli italiani per tamponare il debito pubblico e agli euro degli altri per garantire le cambiali tricolori. Quindi istinto di sopravvivenza nell'uscire dalla rotta del Capitano.

Quindi governo obbligato. Ma col partner reciprocamente sbagliato. M5S esalta l'anima monastico-penitenziale del Pd. Il Pd accondiscende con naturalezza alla accidia, inedia di scelta genetica di M5S. Sarà un governo di tavoli, confronti, partecipazioni, consultazioni, rappresentanze. Tutti avranno ampio diritto di parola e di ascolto su come redistribuire risorse, nessuno avrà voglia di avere anche solo una parola da pronunciare su come produrre risorse.

Sono indicati non tanto e non solo come obiettivi ma come diritti inamovibili innumeri pasti gratis (questo in continuità profonda con i governi tutti almeno degli ultimi 30 anni). Più stipendio, meno tasse, più sussidi, più lavoro. Più soldi alla scuola, alla Sanità, alle famiglie...E per carità senza tagliare nulla a nessuno. Né tanto meno cambiare, cominciare a smontare il sistema economico-sociale meno produttivo d'Europa.

Campionato lungo, molto lungo per il governo: almeno due anni, almeno fino al 2021, almeno fino alla elezione del prossimo presidente della Repubblica (che se lo eleggesse un Parlamento salvinizzato il Quirinale finirebbe ad un amante della democrazia illiberale).

Campionato molto lungo e questi chissà se ce la fanno ad arrivare a Pasqua 2020. Non si amano e non si fidano. Solo D'Alema può dire l'alleanza Pd-M5S sia "naturale". Non a caso lo stesso D'Alema disse ai tempi: "Lega costola della sinistra". Si è visto. Appena si muovono quasi si smontano, staranno dunque il più possibile fermi. Litigheranno meno di quelli di prima, impegnatissimi a decidere e scegliere il meno possibile. L'obiettivo del lungo campionato del governo Pd-M5S è la salvezza.

Campionato lungo due anni e col Conte sbagliato. Ci sta, eccome se ci sta che Antonio Conte passi dal guidare la Juventus a guidare l'Inter. Conte Antonio è un professionista del calcio. Ci sta meno, molto meno che Giuseppe Conte passi dal guidare il governo che voleva spezzare le reni alla Ue a quello che in Ue cerca e trova casa e protezione. Giuseppe Conte è...un buon conversatore? Dicono i sondaggi d'opinione piaccia alla gente. Dicono i politologi sia sia lui l'uomo perno e chiave. Dicono M5S e Pd sia lui la garanzia di questo governo. Mah...