36
Domenica sera a Wembley si gioca la finale degli Europei tra Italia e Inghilterra. Intanto a Roma il Viminale prepara un piano per regolare i tifosi azzurri nel Paese. Anche perché dopo la vittoria ai rigori con la Spagna si è visto di tutto: bagni nelle fontane, colpi di pistola dalle finestre, tetti di pullman usati come pedane da discoteca o palchi dai quali aizzare la folla e fare spogliarelli, con pattuglie delle forze dell'ordine in balìa della folla: qualcuno è saltato sui cofani delle volanti e altri scuotevano le vetture che passavano a fatica in mezzo alla marea umana. 

Festeggiamenti con assembramenti senza mascherine. I contagi da Covid sono in risalita e il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri ammonisce: "Se in piazza c'è anche un solo positivo alla variante Delta e intorno solo il 20% di vaccinati, ci sono buone chance che si determinino tanti micro satelliti di infezione che potrebbero diventare focolai". 

Oggi verrà fatto un punto della situazione. Saranno rinforzati i presidi delle forze dell'ordine: una presenza massiccia. Al vaglio l'apertura degli stadi con tifosi ammessi solo con prenotazione, tamponi negativi e green pass. A Roma si tratta sui maxi schermi all'Olimpico per 16 mila persone, confermate le fanzone a piazza del Popolo e ai Fori Imperiali con obbligo di mascherina. Stessa strategia anche per iniziative analoghe con aree transennate a Milano, Genova, Torino e Napoli.