1
Michele Uva, direttore generale della FIGC, parla ai microfoni di Sky Sport in visto del cammino dell'Italia verso Russia 2018: "Ventura e la frase sui playoff? Ho fatto colazione con lui stamattina. Era una battuta. Una Federazione e una squadra come la nostra non può non aver fiducia di conquistare i punti necessari per centrare questo obiettivo. Adesso dobbiamo concentrarci sulla partita. Argentina-Perù? Vediamo cosa succede in casa nostra. L'Argentina è una bellissima nazione, ma può accadere nel calcio. Succede che grandissime nazionali restino fuori. Noi da qui a novembre pensiamo in positivo, pensiamo a dove arrivare e a come farlo, innanzitutto insieme. Tante presenze allo stadio? L'ondata del post Europeo, che ha riavvicinato i tifosi alla squadra, è stata importante. Uno stadio pieno ci aiuta, con molti giocatori e l'allenatore che torneranno in uno stadio dove hanno giocato da protagonisti. Non abbiamo ancora deciso dove verrà giocata l'eventuale playoff. Ci sono 3-4 stadi in lizza. Cercheremo una sede storicamente vicina alla Nazionale e che dovrà essere piena perché sarà determinante uno stadio pieno. Vicepresidente dell'UEFA? Non c'è solo il financial fair play, che deve evolversi come tutte le norme di questo tipo, anche in termini di prevenzione. Penso però anche alla Nation League, un nuovo torneo a livello Europeo che porterà meno amichevoli e più competizione. Anche attività giovanili che sono sull'agenda del presidente e che io sposo aiutando da valore aggiunto come deve essere l'Italia anche a livello europeo. Sarri e i calendari? Sono della FIFA, non sono delle Federazioni nazionali né dell'UEFA. Ringrazio le società di Serie A e Serie B per gli stage che sono fuori finestre FIFA e che è un percorso più semplice rispetto a quelle dei calendari internazionali e degli appuntamenti fissi. Il calcio italiano? La Federazione si occupa dalla base al vertice e nel mezzo ci sono le leghe. Abbiamo margini di crescita importanti e saranno realizzabili solo se tutte le riforme e tutto il sistema ragionerà insieme. Se non avverrà questo diventa tutto più difficile".