Brutto colpo per il Bayern Monaco che in un colpo solo perde sia la Supercoppa di Germania, contro i rivali del Borussia Dortmund, che il perno centrale della nuova idea tattica di Pep Guardiola. Il passaggio alla linea a tre difensiva, poggiava le sue basi sulla titolarità di Javi Martinez al centro della difesa, ma il burtto infortunio rimediato al minuto 30' dal mediano classe '88 costringerà la dirigenza bavarese a rivedere i propri piani.

GINOCCHIO CRACK - In uno scontro di gioco nell'area di rigore del Borussia Dortmund, infatti, il ginocchio sinistro di Javi Martinez non ha retto. Ancora mancano gli esami strumentali che confermeranno la lesione, ma i primi accertamenti parlano di rottura dei legamenti crociati e almeno sei mesi di stop per lui.

BENATIA TORNA NEL MIRINO - Il Bayern, che aveva di fatto chiuso il mercato, attraverso le parole del vice presidente Karl Heinz Rumenigge, dovrà forzatamente tornare alla ricerca di un difensore. Nel corso delle prime settimane di mercato i bavaresi si erano informati sulla situazione legata al centrale marocchino della Roma Mehdi Benatia. La richiesta del club romano era di almeno 50 milioni, ma la cifra con il passare dei giorni (e con l'assenza di concorrenti seriamente intenzionati all'acquisto) si è abbassata fino a quota 35. Benatia sa giocare sia in una difesa a 4 che in una linea a 3 ed è dotato anche di buone capacità in fase di impostazione.

CHELSEA SULLO SFONDO -  In questi giorni a Trigoria è arrivato un fax da Londra, dove si chiede alla Roma la disponibilità a trattare. Nel corso del pomeriggio, tuttavia, è arrivata la smentita da parte del manager dei Blues, Josè Mourinho: "Non siamo interessati a Benatia. Abbiamo Cahill, Ivanovic e Zouma in quel ruolo e inoltre vogliamo integrare Christiansen in rosa". Tutto questo, prima di considerare l'inserimento del Bayern Monaco. Per Guardiola sarebbe l'innesto ideale per sopperire all'assenza di Javi Martinez. Aspettando l'esito degli esami, a Roma restano in attesa di un offerta.