Il 10 alle spalle. Dopo averlo avuto sulle spalle, lo saluta. Via la maglia dell'Inter, subito indosso quella del West Ham. Che il 10 non glielo ha consegnato, visto che è saldamente sulle spalle di Manuel Lanzini. Joao Mario si è ritrovato il 18, che in un calcio che non concepiva ancora numeri personalizzati, era la proiezione proprio del 10: uno il più forte in campo, l'altro il più forte in panchina. Con la maglia che fu di Matthaus, giusto per citarne uno, il portoghese arrivato dallo Sporting Lisbona dopo un Europeo vinto da titolare (con la 10 addosso, ma là il più forte indossa la 7), e una stagione col 6, non ha lasciato il segno: 15 presenze, 5 assist (4 nelle prime 6 gare) e nessun gol. 

Il suo passaggio al West Ham è diventato ufficiale, con una splendida presentazione che ricorda un Mario che fu Super (no, non Balotelli, ma l'idraulico con baffoni), e il 10 all'Inter cerca nuovo padrone. Sarà Pastore? Tra tre giorni al massimo lo scopriremo... nell'attesa ricordiamo i 5 numeri 10 che, con la maglia nerazzurra, nell'era dei nomi sulle maglie, hanno deluso le aspettative. Dal 1995 sono stati 10 i fortunati che l'hanno indossato. E no, Ronaldo, Baggio, Seedorf, Adriano e Sneijder non possono far parte di questa classifica. Andando ad esclusione...