Commenta per primo

Come ogni anno, è stata un'altra serata davvero speciale quella organizzata questa sera dalla Curva Nord e che ha visto la partecipazione di un super campione dell'Inter: Julio Cesar.

Il portiere nerazzurro, che non ha seguito la squadra nella tournèe indonesiana per proseguire nelle sue attività di recupero, non è voluto però mancare all'incontro con coloro che "gara dopo gara, giorno dopo giorno ci dimostrano il loro grande affetto. Io gioco in ruolo dove per posizione sono molto vicino alla Curva e loro (ndr, i ragazzi della Nord) nei momenti difficili non mi hanno mai abbandonato".

"Sono molto emozionato, sono tornato a casa e ho visto l'invito della Curva e non ci ho pensato due volte", spiega Julio Cesar che poi rassicura tutti a proposito del suo futuro: "In questa stagione sono circolate molte voci, ma sono totalmente infondate. Non è mai arrivata nessuna offerta e sopratutto ho un contratto con l'Inter fino al 2014 e voglio finire alla grande, vincendo lo scudetto e la Champions, perchè da quando sono qui ho vissuto solo dei bellissimi momenti".

Sulla stagione appena conclusa, il portiere nerazzurro continua: "Questa stagione non è andata benissimo ci abbiamo provato fino alla fine, quando vinci ci prendi gusto, ma ora voglio vincere l'Europa League, un trofeo che mi manca e dico questo perchè quando sono arrivato la Coppa Italia non la considerava nessuno e solo quando l'abbiamo vinta noi ha ripreso il suo valore e ora tutti la vogliono vincere. E, a proposito, di vittorie, Julio Cesar non dimentica un nome su tutti: "Mi sento di dover ringraziare José Mourinho perchè è una grandissima persona che è nel cuore di tutti i tifosi nerazzurri. La sua più grande vittoria è stata quella di infonderci sicurezza e determinazione. Ci ha inculcato uno spirito vincente". Il numero 1 nerazzurro conclude sottolineando ancora una volta che "avere i tifosi al fianco di un portiere è importantissimo, ringrazio veramente tutti. Il coro nei miei confronti mi piace tantissimo (ride, ndr). Ci vediamo l'anno prossimo, sperando che sia migliore di questo".