103
Un nuovo assalto in cantiere. La Juventus è pronta a tornare alla carica per Manuel Locatelli, centrocampista classe 1998 in forza al Sassuolo. Paratici ci ha provato in estate, su richiesta esplicita di Pirlo, a gennaio farà un nuovo tentativo per accontentare il suo allenatore, che ha messo il ragazzo cresciuto nel settore giovanile del Milan in cima alla lista dei suoi desideri. In queste settimane l'allenatore bianconero ha alternato Rabiot, Arthur, Bentancur e McKennie davanti alla difesa, nessuno però ha le caratteristiche del Loca, nessuno ha la sua visione di gioco ad ampio raggio. La sua crescita in questo pazzo 2020 in termini di personalità e di leadership è stata solo una conferma, è 'da Juve', ma portarlo a Torino non sarà facile.

PIANO JUVE - I rapporti con il Sassuolo sono ottimi, come dimostrano gli affari degli ultimi anni, ma quella neroverde è una bottega cara, dalla quale è difficile acquistare a prezzo di saldo. Locatelli è valutato almeno 30 milioni di euro e soprattutto è considerato fondamentale nell'economia di gioco di De Zerbi, che ha chiesto di trattenerlo fino all'estate 2021. Il Sassuolo vorrebbe posticipare ogni discorso a giugno, solo un'offerta convincente della Juve potrebbe fargli cambiare idea. Juve che è al lavoro per studiare la strategia: prestito molto oneroso con riscatto obbligatorio pagabile in più esercizi, di fatto lo stesso piano (ma cifre diverse) per arrivare a Morata. L'idea è questa, dalle cessioni e dalla rescissione di Khedira potrebbero arrivare i soldi per presentare un'offerta ufficiale.