2019, qualcosa di grosso succederà nel futuro di Alex Sandro. Un anno che inizierà sicuramente con il brasiliano protagonista nell'assalto alla Champions della Juve, ma che potrebbe finire in un'altra piazza, magari in Premier League. Una ricca offerta dall'Inghilterra è già pervenuta sul tavolo dell'entourage del giocatore, un ingaggio capace di sfiorare addirittura i 10 milioni netti l'anno (gli indizi per ora portano a Manchester, sponda United). Prima però si passerà dalla Juve, come previsto e come programmato.

LA TRATTATIVA – A mercato invernale concluso, torneranno d'attualità tanti rinnovi di contratto. Quello di Alex Sandro è uno di quelli che hanno priorità assoluta, per capire eventualmente come prepararsi alla sua cessione.
E dal Brasile rimbalzano le prime richieste da parte del giocatore per restare in bianconero: si parla di circa 8 milioni netti a stagione più bonus, praticamente il triplo di quanto percepito fino a questo momento. Uno dei motivi che stanno portando le parti a temporeggiare prima di far partire concretamente la trattativa, considerando come il punto di partenza vedrà Juve e giocatore forse troppo distanti per trovare un punto d'incontro. Perché in Continassa non si vorrà in ogni caso smuovere equilibri già delicati dopo il ciclone Ronaldo. A parte CR7, infatti, il più pagato rimane Paulo Dybala a quota 7 milioni, seguito a ruota da Miralem Pjanic (ma solo dalla prossima stagione), Emre Can, Sami Khedira e Douglas Costa oltre quota 6 milioni. Tutti gli altri sono al di sotto, anche il rinnovo di Alex Sandro nei piani della Juve non dovrebbe prevedere un'offerta superiore ai 4,5 milioni di euro più bonus. La partita è tutta da giocare, su Calciomercato.com lo raccontiamo da tempo: nel 2019 si giocherà, ma la conclusione continua ad avere il rinnovo come una soluzione sempre più difficile da raggiungere.