3

E' un Massimiliano Allegri tranquillo e sorridente quello che si presenta in sala stampa alla vigilia della sfida con il Parma: "Non avevo nessun dubbio sul fatto che il Napoli tornasse nelle zone di alta classifica. Ha una squadra di qualità. Son bastate due vittorie per riportare il Napoli in alto. Certo, preferirei che la seconda fosse a 10 punti, ma Roma, Napoli e altre hanno qualità importanti. La stessa Inter che si risolleverà. Credo che la Roma sarà la nostra principale antagonista e fino alla fine ce la troveremo attaccata. Gli infortunati? Caceres sarà a disposizione dopo la sosta. Evrà anche. Barzagli è quello un po' più indietro. Asamoah ha questo ginocchietto che gli dà un po' fastidio. Ha un po' di lavoro differenziato. Mancherà per una quindicina di giorni". Poi sullo schieramento tattico: "Continueremo su quello che è stata la partita di martedì, dove abbiamo ripreso un discorso iniziato in estate con la difesa a 4. Piano piano cercheremo di cambiare, per avere stimoli nuovi e misurarci giocando in modo diverso. C'è l'ipotesi di Padoin terzino sinistro, ma anche Ogbonna o Chiellini". Infine sul rapporto con i tifosi: "All'inizio era normale un po' di freddezza, erano legati a Conte. Poi, beh, sono entrato nel mondo Juve da luglio: era normale che dovessi conquistarli gradualmente, ma grazie ai ragazzi, il rapporto è diventato ottimo. Giocare allo Juventus Stadium è particolare, è un vantaggio per noi. L'apporto dei tifosi domani sarà importante". 

 

Get Adobe Flash player