64
Niente conferenza stampa, Max Allegri presenta la sfida di Coppa Italia ai microfoni di Juventus Tv.

COPPA ITALIA - “Bisogna cercare di andare ai quarti di finale perché la Coppa Italia è un obiettivo della stagione. Sarà una partita difficile, se affrontata in un certo modo potrà essere più facile. La Coppa Italia conta tantissimo perché è un obiettivo. All'inizio non interessa a nessuno poi cominci a giocare i turni che contano e interessa a tutti. A noi deve interessarci da domani. La Sampdoria ha cambiato allenatore e bisognerà stare ancora più attenti. Veniamo da un periodo di partite intense a distanza di due o tre giorni, bisogna fare un ultimo sforzo perché poi avremo cinque giorni per preparare il big match di San Siro. I quattro trofei? Li porto tutti e quattro nel cuore, però con la Lazio vincemmo in maniera fortunata perché se non sbaglio il doppio palo della Lazio e andammo dall'altra parta e se non sbaglio fece gol Matri. Quella forse era la prima però sono tutte belle da ricordare”

CONDIZIONE - “Ci saranno delle rotazioni perché comunque con l'Udinese ne avevamo cambiati sei rispetto alla partita contro l'Inter. Domani mattina valuterò bene. Dietro De Ligt è squalificato, Chiellini a mezzo servizio e Bonucci non c'è, quindi dovrò decidere chi far giocare centrale".
SAMPDORIA - "Più che cambiare farà una partita d'orgoglio perché quando c'è un cambio dell'allenatore anche se non è arrivato quello che sostituirà D'Aversa, a cui faccio un grosso in bocca al lupo, perché quando capitano queste cose è sempre un dispiacere. Sta a noi fare la partita giusta, aggressiva e bella. Hanno dei giocatori bravi davanti come Quagliarella, Gabbiadini e Caputo che sono molto pericolosi quindi bisognerà stare bene in campo nella fase difensiva come squadra. Visto che abbiamo solo un difensore centrale a disposizione e bisognerà darsi una mano"

ULTIMA PARTITA - “Ha detto quello che avevo visto durante la partita. Abbiamo fatto un primo tempo da squadra matura con pazienza nell'aspettare di fare gol e non concedendo niente all'Udinese. Nel secondo tempo abbiamo avuto dieci minuti dove abbiamo rischiato qualcosa, quello ci può stare perché ci sono le avversarie però bisogna avere un atteggiamento diverso”.