132
Il terremoto in casa Juventus ha rischiato di toccare anche il lato tecnico. Tradotto, Max Allegri e Federico Cherubini, allenatore e direttore sportivo del club bianconero. Secondo un retroscena svelato dalla Gazzetta dello Sport, i due ieri sera avrebbero fatto capire all’ormai ex presidente Andrea Agnelli che anche loro erano pronti a lasciare e a rassegnare le dimissioni insieme a tutto il cda. 

LA RICHIESTA - Agnelli ha detto "No". Dimissioni respinte, con rilancio. L'ex presidente avrebbe chiesto ad Allegri e Cherubini non solo di continuare, ma di chiudere la stagione in corso con un trofeo. Per ricompattare un ambiente scarico. Un tema, quello della continuità dal punto di vista dell’area sportiva, condiviso e fortemente sentito anche da John Elkann.

GIRI DI CHIAMATE - Così, dopo il caos, ecco il ritorno all’ordine. Come spiegato dalla Gazzetta, Cherubini e Allegri avrebbero chiamato personalmente tutti i giocatori per rassicurarli, dopo un primo incontro con il nuovo dg Maurizio Scanavino. Una serie di telefonate per chiarire che la situazione era ed è sotto controllo, evitando allarmismi e soprattutto caricando la truppa in vista del ritorno in campo, che avverrà nelle prossime settimane.