3
L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri parla a Premium Sport in vista della sfida di Champions Leageu con lo Sporting Lisbona: "Più facile allenare la tattica o la testa dei giocatori? Tutte e due. Sono due componenti che fanno parte del nostro lavoro. Veniamo da due match in cui abbiamo fatto solo 1 punto ma facendo comunque due buone prestazioni: ci siamo addormentati in alcune situazioni delle gare. Il campionato è ancora molto lungo, il nostro obiettivo è arrivare a marzo a giocarci tutto. Vedendo poi il calendario sarà bellissimo, perché nelle ultime 5 giornate ci saranno 3 scontri diretti dove si deciderà chi vincerà. La Champions sta diventando un’ossessione? A volte mi viene da sorridere, perché una o due partite fanno cambiare l’opinione verso una squadra. E questo vuol dire non avere equilibrio. La Juventus negli ultimi tre anni ha vinto tre Scudetti e tre Coppe Italia, giocando due finali di Champions. Meglio di noi in Europa ha fatto solo il Real Madrid che ha giocato due finali di Champions e le ha vinte. Negli ultimi tre anni qualcosa abbiamo fatto, poi ci sta di pareggiare una partita e perdere l’altra perché magari sbagli due rigori nel finale e lasci dei punti per strada. Per questo mi viene da sorridere e dico che alla fine conta solo vincere. I due rigori sbagliati da Dybala? Paulo è un giocatore straordinario, questi errori e questi alti e bassi fanno parte di un percorso. Non deve deprimersi quando le cose vanno male o esaltarsi quando vanno bene. Deve solo continuare a lavorare e fare bene come sta facendo: ha qualità straordinarie e deve ambire a diventare il migliore al mondo. La partita contro lo Sporting Lisbona? La partita di domani vale moltissimo perché nelle due sfide contro i portoghesi ci giocheremo il passaggio del turno".