229
Matthijs de Ligt potrebbe presto smuovere il mercato bianconero anche in difesa. Per il centrale olandese, la Juve aspetta l’offerta impossibile da rifiutare (poco distante dai circa 120 milioni della clausola rescissoria) che potrebbe arrivare dal Chelsea, al momento ancora in pole position sul giocatore, o dal Bayern Monaco, che non sembra intenzionato a mollare la pista torinese per il reparto arretrato.

PRIMA SOLUZIONE - Il sacrificio dell’olandese darebbe alla Juventus margini di manovra per colpi in altri reparti (vedasi Zaniolo), oltre che possibilità di agire con maggiore tranquillità per individuare un sostituto all’altezza visto il mercato ancora in fase di partenza. Le prime riflessioni guardano a Napoli e alla situazione di Kalidou Koulibaly, da pochi giorni in scadenza di contratto con il Napoli. Proprio oggi, come riportato da Tuttosport, dovrebbe andare in scena un incontro a Milano tra la Juventus e Fali Ramadani, agente del centrale senegalese. Non necessariamente si parlerà di lui o solo di lui, ma difficile pensare che una chiacchierata sull'esperto difensore non venga fuori. Così come è probabile che si parli pure di Milenkovic, altro giocatore in scadenza. 
GLI ALTRI - Ragionamenti, riflessioni, conti. La Juve resta vigile anche sotto la Mole, con un occhio alla situazione di Gleison Bremer al Torino. Il giocatore, su cui l’Inter resta avanti (i nerazzurri hanno avviato da mesi i contatti e aspettano una cessione importante per affondare il colpo, su cui vorrebbero dirottare non più di 25-28 milioni) piace ai bianconeri e non è un segreto: la cessione del brasiliano potrebbe sbloccare il mercato granata. E sullo sfondo resta anche il nome di Gabriel, dall’Arsenal. Valutazioni che in ogni caso si faranno più fitte con il passare delle ore e in attesa delle mosse di de Ligt e delle pretendenti al giocatore.