107
Il colpo di mercato della Juve, se messo a segno, arriverà necessariamente sul gong o quasi. Ma alle ultime curve, ormai, si è già arrivati. Senza scivolare di nuovo in dinamiche di prima, seconda o terza scelta come capitato già in estate fino all'arrivo di Alvaro Morata, resta quella che porta a Gianluca Scamacca la pista in questo momento più calda. Dopo settimane di riflessioni e valutazioni, con tutte le alternative che restano ancora in piedi, la trattativa prosegue. Quella con il Sassuolo è arrivata a un bivio ormai da tempo: c'è l'intesa sulla valutazione complessiva (20-22 milioni), c'è il nome del giovane bianconero per delineare un'operazione parallela (Nicolò Fagioli, 10-12 milioni di valutazione), c'è anche l'apertura dei neroverdi a formule creative e pagamenti dilazionati. Ma resta lo scoglio della cessione definitiva, prestito sì ma solo con obbligo secondo il Sassuolo, la Juve non molla sul fronte del diritto di riscatto. In tutto questo la trattativa prosegue.
L'INCONTRO – Tant'è vero che proprio oggi è in programma un incontro tra i dirigenti bianconeri e gli agenti di Scamacca. Segnale di come l'intenzione sia quella di completare l'operazione. Con discorsi che saranno di carattere tecnico e progettuale più che economico, per capire oltre a quanto stiano avanzando i contatti con altri club interessati (vedi Parma) soprattutto già ora quale possa essere il destino del giocatore tra il ruolo di quarta punta per l'immediato e il percorso di crescita futuro. Parti al lavoro, incontri in programma. Salvo sorprese, sempre dietro l'angolo, è ancora Scamacca il nome più vicino a diventare l'ormai famosa quarta punta della Juve. Sempre che venga poi acquistata.