205
Si può dire che oggi comincia una nuova era nella Juventus. L’era di due campioni che finora sono stati importanti ma non leader, decisivi però senza continuità, e che comunque non hanno mai potuto godere di una squadra costruita attorno a loro: Dybala e Chiesa. L’argentino non ha avuto il privilegio di essere il numero uno perché ha incrociato lungo la sua avventura in bianconero altri numeri uno più maturi, e quindi più autorevoli, rispetto a lui; l’ultimo di questi, manco a dirlo, è stato Cristiano Ronaldo. 

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM