201
Avanti a testa bassa, non c'è un minuto da perdere: per Edin Dzeko e Arkadiusz Milik è corsa contro il tempo. Juventus e Roma sono  freneticamente al lavoro per mettere a posto tutti i tasselli di un vero e proprio intreccio riguardante i due attaccanti, con un obiettivo preciso: metterli subito a disposizione di Pirlo e Fonseca per la prima giornata di Serie A, che prenderà il via sabato per i giallorossi e domenica per i bianconeri. Ma cosa manca per definire il doppio affare?

COSA MANCA - Essenzialmente, tutto ruota attorno al centravanti polacco, che deve definire nella sua totalità l'accordo con la Roma. L'incontro di oggi a Trigoria tra il suo agente, gli intermediari e la società giallorossa (che in giornata ha ufficializzato anche l'arrivo di Kumbulla dal Verona) è stato utile per convincere ulteriormente il giocatore in linea di massima e trovare una quadra generale sul quinquennale da 5-6 milioni di euro complessivi a stagione. Milik ha dato il suo sì ai capitolini, restano da sistemare solo gli ultimi dettagli legati ad alcune pendenze in essere col Napoli, anche perché l'intesa è già stata raggiunta sulla base di 18 milioni di euro più 7-8 di bonus. Per rendere possibile questa formula, è stato definito anche il passaggio formale del rinnovo di contratto del polacco col suo prossimo ex club, che sarebbe scaduto a giugno 2021. Si corre per risolvere tutto nelle prossime ore e permettere così a Milik di sostenere le visite mediche con i giallorossi nella giornata di domani, ultima utile per poterlo rendere arruolabile sabato per la sfida con l'Hellas.
LA JUVE HA FRETTA - E a cascata, sbloccare la situazione del polacco significherebbe liberare definitivamente anche Dzeko per la Juve, con l'obiettivo analogo di sostenere nelle prossime 24-48 ore l'iter medico e di firma del contratto. La società bianconera ha fretta, avendo anche salutato Higuain direzione Miami, e ha già definito tutto sia con la Roma (15 milioni) che con il bosniaco (biennale da 7,5 milioni più bonus a stagione) e attende solo di poterlo mettere nelle mani di Pirlo, che studierà poi come integrarlo al meglio con Cristiano Ronaldo e Dybala, magari già a partire dal debutto casalingo con la Sampdoria. Milik e Dzeko subito disponibili alla prima di campionato, il tempo stringe ma i due club ci credono: ore di lavoro frenetico sull'asse Roma-Torino.

@Albri_Fede90